Lo scorso Maggio, in occasione della XIII Giornata Nazionale del Malato Oncologico , FAVO, AiMaMe, ITALF e SOS Linfedema hanno chiesto all’INPS di dare risposte certe, chiare ed univoche sui criteri di riconoscimento del linfedema come causa invalidante per i malati oncologici ed anche per le persone guarite dal cancro.

Il 13 giugno 2018 l’INPS, in risposta all’istanza congiunta di FAVO (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia favo.it ), AiMaMe (Associazione Italiana Malati di Melanoma aimame.it ), ITALF (International Lymphoedema Framework italf.org ) ed SOS Linfedema (soslinfedema.it ), ha emanato una nota, a firma del Coordinatore Generale Medico Legale Prof. Massimo Piccioni, contenente le linee guida sul linfedema ed indirizzata a tutte le commissioni medico-legali dell’ente. Un' ampia ed esaustiva risposta alle istanze dei pazienti che avevano evidenziato gli aspetti del disagio funzionale e psicologico delle persone affette da linfedema e, soprattutto, alle necessità di cura e di adeguata valutazione degli effetti invalidanti (sia dal punto di vista dell’invalidità civile e previdenziale che riguardo allo stato di handicap), finora negati.

Leggi l'articolo completo.

Pin It

Hai un'associazione e vorresti federarti? Scopri come!

Scrivici