FINCOPP - Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico

FINCOPP - Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico

Federazione Italiana Incontinenti (FINCO)



La Federazione Italiana Incontinenti (FINCO - ONLUS) è stata fondata nel 1999 e riunisce i cittadini che soffrono di incontinenza urinaria e più in generale dei disturbi del pavimento pelvico (esempio: stipsi da incoordinazione muscolare, rettocele, dolore perineale cronico ed esiti di interventi pelvi-perineali, etc.), i medici che si interessano a tali problematiche, gli infermieri specialisti della riabilitazione dell'incontinenza, le ostetriche, i fisioterapisti ed i cittadini sensibili a tali problematiche. La FINCO tutela anche gli interessi dei pazienti oncologici e dei loro familiari, che a causa di un tumore alla prostata, vescica, collo dell'utero, pavimento pelvico, etc., spesso soffrono di incontinenza e non trovano risposte adeguate ai loro bisogni (cura, prevenzione, assistenza, riabilitazione, sostegno psicologico, dispositivi medici adeguati, piaghe da decubito, diritti sessuali, qualità di vita, hospice, etc.). Gli incontinenti italiani sono circa 5 milioni, di cui 3 donne. L'incontinenza urinaria è un problema molto diffuso nei Paesi industrializzati ed è difficile valutare con precisione quale sia la dimensione del problema, il numero delle persone coinvolte ed i costi sociali. L'incapacità più o meno grave di urinare a tempo e luogo ha un impatto sociale devastante che incide pesantemente sulla qualità della vita, sia per il vissuto soggettivo che per i rapporti interpersonali, basti pensare ai molteplici campi della vita che possono essere gravemente intaccati: "sociale, psicologico, professionale, familiare, fisico, sessuale ed economico".
Per non parlare degli elevati costi economici e sociali prodotti dall'incontinenza, difficilmente quantificabili in taluni tipi di incontinenza (per esempio quelle dovute a stress o alla vescica iperattiva), che possono insorgere in persone giovani, soprattutto donne pienamente inserite nell'attività lavorativa. Sul piano sociale il mancato controllo vescicale si traduce in una drastica riduzione delle interazioni sociali, cui si accompagna spesso la modificazione degli spostamenti abituali e l'abbandono degli hobbies. Sul piano psicologico compaiono depressione reattiva e perdita dell'autostima, cui si accompagnano frequentemente ad apatia senso di colpa e negazione interpersonale. La sensazione di un mancato controllo sulla funzionalità vescicale ed il solo pensiero di emanare odore di urina si espande alla personalità della persona sofferente, giungendo a credere di essere un peso per la Società. Per non parlare della grave carenza di bagni pubblici nel Territorio, che di fatto limitano anche la "libertà personale" negli spostamenti o viaggi.

La FINCO si adopera per:
1. eliminare nelle donne il senso di vergogna;
2. incoraggiare le donne colpite a cercare aiuto;
3. favorire una diagnosi precoce e il trattamento tempestivo;
4. massimizzare l'accesso e la possibilità di scelta per le donne affette da incontinenza urinaria da sforzo (IUS);
5. donare la libertà alle donne afflitte dall'IUS;
6. ottenere la rimborsabilità dei farmaci per la continenza;
7. ottenere gratuitamente dispositivi medici contenitivi di "qualità" e garantire la libera scelta;
8. attivare i "Centri Riabilitativi FINCO" grazie alla "Giornata nazionale per prevenzione e la cura dell'incontinenza", istituita con la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 maggio 2006, in Gazzetta Ufficiale n.186 dell'11 Agosto 2006, pagina 22, che ogni anno si svolge il 28 giugno. Giornata in cui gli Ambulatori accreditati FINCO sono aperti gratuitamente per le visite. Sito internet: www.giornataincontinenza.com).

Cosa forniamo


L'Associazione fornisce gratuitamente informazioni socio-sanitarie, consulenze di esperti, informazioni sui dispositivi medici contenitivi, tutela dei diritti, organizza convegni, collabora con le Istituzioni e agli associati in regola con il versamento delle quote associative invia a casa il Notiziario: "Eureka".

Come sostenere l'Associazione

Coloro che vogliono associarsi o versare oblazioni volontarie possono utilizzare il conto corrente postale n. 69779080, in testato a FINCO - Casella Postale n. 30 - 70010 Capurso (BA).
Il conto corrente bancario è intestato a FINCO - Banca Popolare di Bari Agenzia n.4 - CAB 04002 - ABI 05425 - conto n. 010024151.
Per la denuncia dei redditi la FINCO rientra tra i soggetti che possono ricevere il 5 per mille dell'imposta sul reddito Coloro che desiderano maggiori informazioni possono telefonare (ore 10/13 giorni lavorativi) al numero verde: 800050415 oppure visitare il sito: www.finco.org - finco@finco.org

Consulenza legale, Formazione per volontari, Materiale informativo

La Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico - FINCOPP è stata fondata nel 1999 e riunisce i cittadini che soffrono di incontinenza urinaria, fecale, dei disturbi del pavimento pelvico (esempio: stipsi da incoordinazione muscolare, rettocele, dolore perineale cronico ed esiti di interventi pelvi-perineali, etc.), i professionisti della salute che si interessano a tali problematiche (medici, infermieri, ostetriche e fisioterapisti), ed i cittadini sensibili a tali problematiche. La Federazione tutela gli interessi dei pazienti oncologici e dei loro familiari, che a causa di un tumore alla prostata, vescica, collo dell'utero, pavimento pelvico, etc., spesso soffrono di incontinenza e non trovano risposte adeguate ai propri bisogni (cura, prevenzione, assistenza, riabilitazione, sostegno psicologico, dispositivi medici adeguati, piaghe da decubito, diritti sessuali, qualità di vita, hospice, Reti Oncologiche Regionali, PDTA, HTA, etc.). Gli incontinenti italiani sono 5 milioni, di cui 3 milioni sono le donne colpite. L'incontinenza è un problema diffuso nei Paesi industrializzati ed è difficile valutare con precisione quale sia la dimensione del problema ed i costi sociali. L'incapacità più o meno grave di urinare a tempo e luogo ha un impatto sociale devastante che incide pesantemente sulla qualità e quantità di vita, sia per il vissuto soggettivo che per i rapporti interpersonali, basti pensare ai molteplici campi della vita che possono essere intaccati: "sociale, psicologico, professionale, familiare, fisico, sessuale, economico e sportivo".

Per non parlare degli elevati costi sociali prodotti dall'incontinenza, difficilmente quantificabili in taluni tipi di incontinenza (per esempio quelle dovute a stress o alla vescica iperattiva), che possono insorgere nelle persone giovani, soprattutto donne pienamente inserite nell'attività lavorativa. Sul piano sociale il mancato controllo vescicale e sfinteriale si traduce in una drastica riduzione delle interazioni sociali, cui si accompagnano spesso le modificazioni degli spostamenti abituali e l'abbandono degli hobbies. Sul piano psicologico compaiono depressione reattiva e perdita dell'autostima, cui si accompagnano frequentemente ad apatia, senso di colpa e negazione interpersonale. La sensazione di un mancato controllo vescicale, sfinteriale e solo pensiero di emanare cattivi odori, si espande alla personalità della persona giungendo a credere di essere un peso per la Società. Per non parlare della grave carenza di bagni pubblici esistenti nel Territorio cittadino e nazionale, che limitano pesantemente la "libertà di movimento" delle persone incontinenti.

La FINCOPP si adopera per:

  1. eliminare il senso di vergogna;
  2. incoraggiare le persone colpite a cercare aiuto;
  3. favorire una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo;
  4. massimizzare l'accesso e la possibilità di scelta per le donne affette da incontinenza urinaria da sforzo (IUS);
  5. donare la libertà alle donne afflitte dall'IUS;
  6. ottenere la rimborsabilità anche parziale dei farmaci per la continenza;
  7. ottenere gratuitamente dispositivi medici contenitivi di "qualità", assicurando all’utenza la libera scelta;
  8. attivare i "Centri Riabilitativi di 1,2 e 3 Livello (Accordo Conferenza Stato Regioni del 24 gennaio 2017)" grazie alla "Giornata nazionale per prevenzione e la cura dell'incontinenza", istituita con la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 maggio 2006, in Gazzetta Ufficiale n.186 dell'11 Agosto 2006, pagina 22, che ogni anno in Italia si svolge il 28 giugno. Giornata in cui gli Ambulatori accreditati FINCOPP sono aperti gratuitamente per le visite. Sito internet: www.giornataincontinenza.com.

Cosa forniamo
L'Associazione fornisce gratuitamente:

  1. informazioni socio-sanitarie;
  2. consulenze di esperti;
  3. informazioni sui dispositivi medici contenitivi e sulla tutela dei diritti;
  4. ha una Scuola nazionale per professionisti sanitari della continenza e del pavimento pelvico;
  5. ha una Scuola nazionale di Vulnologia e perfezionamento nella gestione delle lesioni;
  6. è pro-vider definitivo al Ministero della Salute – Agenas, assegnando crediti formativi ECM;
  7. organizza convegni ed eventi;
  8. pubblica libri di settore (due “Libri Bianchi sull’incontinenza”, “L’incontinenza questa sconosciuta” e “Pipì e Popò insieme su può”);
  9. collabora con le Istituzioni e le “Reti Oncologiche Regionali”;
  10. interagisce con i soci.
adfavo
FINCOPP - Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico
via Orazio Flacco 24
70124
Bari
Bari
Puglia
080.5093389
080.5619181
800.050415
...
IT28R335901600100000007579
93240300728
segreteria@finco.org

Hai un'associazione e vorresti federarti? Scopri come!

Scrivici