Trovare risposte adeguate all'intreccio di bisogni a cui è soggetto un malato oncologico, può rappresentare una difficoltà a lungo termine. La selezione di strutture ospedaliere o organizzazioni di settore per i migliori servizi su diagnosi, cure, riabilitazioni e sostegno psicologico può essere infatti, un complesso lavoro di scandaglio, non di rado legato anche al passaparola, che spesso conduce in mille peregrinazioni non senza amare delusioni. Una bussola per orientarsi al meglio nella scelta di opportunità di cura d'eccellenza, la mette oggi a disposizione on-line e in versione cartacea l'Associazione italiana malati di cancro (AIMac), l' 'Oncoguida', stilata in collaborazione con l'Istituto superiore di sanità e il ministero della Salute.

La Guida si propone come strumento rapido e comodo per identificare velocemente, inserendo chiavi di ricerca mirate, le strutture italiane specializzate. 'Perché con il cancro o dopo il cancro, chi vive una malattia neoplastica ha bisogno prima di tutto di sapere a chi rivolgersi" ha spiegato il presidente dell'associazione, Francesco De Lorenzo. "Chi ha appena appreso di doversi operare vuole individuare il più rapidamente possibile l'indirizzo del reparto chirurgico specializzato nel suo tipo di neoplasia, chi deve sottoporsi a un ciclo di chemio o radioterapia vuole conosce quanti e quali sono i centri che li somministrano".

"Poi c'è chi necessita di un aiuto psicologico per fronteggiare gli eventi che accompagnano la diagnosi e la cura e c'è chi, durante una terapia antitumorale, ha bisogno di assistenza perché gli effetti collaterali della stessa gli impediscono di affrontare la vita di tutti i giorni". Dunque vere e proprie 'pagine gialle' dell'oncologia, con circa 20mila indirizzi in tutta Italia divisi per regione e tipologia di struttura: ospedali, associazioni di volontariato, organizzazioni no profit, con un occhio anche agli aspetti lagati al diritto del malato lavoratore, senza tralasciare quelli previdenziali e assistenziali.

Oncoguida è nata come progetto di AIMaC in collaborazione con l'ISS, è  frutto della sinergia tra volontariato, istituzioni sanitarie e società scientifiche ed è parte intergrante della campagna di comunicazione del Ministero della Salute 'Con il malato, contro il tumore', con l'obiettivo di costituire un documento aggiornato. Il motore di ricerca sarà, infatti, uno strumento 'in divenire' che, spiegano i promotori, "potrà essere integrato e aggiornato periodicamente, con l'obiettivo di costituire una fonte unica ed esaustiva di informazioni a disposizione del pubblico e degli addetti ai lavori".

vai all'articolo originale

vai al sito Oncoguida

Pin It

Hai un'associazione e vorresti federarti? Scopri come!

Scrivici