Si è svolta mercoledì 26 settembre 2018 alle ore 14, in sede di Ufficio di Presidenza integrato dai rappresentanti dei Gruppi, l'Audizione presso la Commissione Igiene e Sanità del Senato nell'ambito dell'esame dei disegni di legge nn.92-5353 (Rete dei registri dei tumori).

All'Audizione è stato invitato il Presidente Francesco De Lorenzo, che ha illustrato la posizione F.A.V.O. e prodotto il documento scaricabile a questo link.

Lo scorso Maggio, in occasione della XIII Giornata Nazionale del Malato Oncologico , FAVO, AiMaMe, ITALF e SOS Linfedema hanno chiesto all’INPS di dare risposte certe, chiare ed univoche sui criteri di riconoscimento del linfedema come causa invalidante per i malati oncologici ed anche per le persone guarite dal cancro.

Il Presidente Francesco de Lorenzo interverrà alla 2 ° edizione della Conferenza Gago: "Scienza, società e politica verso un'Europa della conoscenza: il ruolo dell'impegno scientifico in Horizon Europe".

Il Prof. de Lorenzo parteciperà alla tavola rotonda: "Cittadinanza attiva per una società più sana: lezioni apprese associate alla necessità di una impegno comune sul cancro in Europa".

Le Conferenze Gago intendono rafforzare il dibattito sulle questioni emergenti della ricerca e dell'innovazione in Europa, nonché promuovere il necessario coinvolgimento dei principali stakeholder nell'elaborazione delle politiche e nella diffusione della conoscenza della cultura scientifica . Le Conferenze mirano anche a rafforzare la rete internazionale di cooperazione scientifica e tecnologica in Europa per ottenere un impatto positivo su scala globale.

Sabato 29 settembre, nel giardino del Centro Antea, si svolgerà una mattinata (8.00-13-00) di solidarietà aperta a tutti. Troverete un mercatino solidale, potrete donare il sangue, vedere le attività di terapia occupazionale, conoscere il volontariato e molto altro ancora. La giornata è svolta in collaborazione con EMA-ROMA e ADISCO.

Chi può donare il sangue?
- Età compresa tra 18 e 60 anni (65 se già donatore periodico)
- Peso corporeo superiore ai 50 Kg.
A garanzia dello stato di salute del donatore e del ricevente, i sanitari del servizio trasfusionale accerteranno (con controlli ed analisi gratuiti) la buona salute del donatore. Durante la visita il medico responsabile valuterà lo stato di salute del candidato donatore.

Perchè donare il sangue?
Molto spesso la trasfusione è l’unica terapia in grado di salvare la vita umana (pazienti ematologici, i trapiantati, i talassemici, i traumatizzati ecc.).

Non dimenticare
Portare un documento di riconoscimento e Tessera Sanitaria.
Dopo circa 15 giorni da ogni donazione, il donatore riceverà i risultati di esami clinico, spediti dal Trasfusionale all’indirizzo segnalato sul Questionario in fase d’accoglienza.

Se il donatore è un lavoratore dipendente avrà diritto ad un giorno di riposo.
Si può fare una leggera colazione SI tea, caffè, fette biscottate o biscotti secchi con marmellata.
NO latte o derivati

Scarica la locandina

La commissione Envi del Parlamento europeo, lo scorso 13 settembre, ha approvato emendamenti presentati da Elisabetta Gardini e Alberto Cirioche, che modificano il regolamento 726/2004 chiedendo un'ulteriore integrazione dei sistemi Hta in Europa. Centrale il ruolo della Coalizione Europea dei Pazienti Oncologici (ECPC) nell'approvazione della regulation sull'Hta da parte del Parlamento europeo di Strasburgo. Francesco de Lorenzo, presidente ECPC, dichiara: "Si potrà così superare le disparità, ridurre gli ostacoli all'accesso a trattamenti innovativi, riconoscere il vero valore delle nuove terapie e migliorare la sostenibilità dei sistemi sanitari".

Leggi la notizia su Quotidiano Sanità