Ufficio stampa

Roma, 14 settembre 2012

Il decreto Balduzzi pubblicato in Gazzetta, accoglie una delle più rilevanti richieste presentate dalla FAVO (Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia) affinché i farmaci innovativi per la cura dei tumori siano resi immediatamente disponibili in ogni parte d'Italia subito dopo la registrazione da parte dell'AIFA a livello nazionale, senza che si debba attendere l'approvazione da parte delle commissioni regionali e provinciali ed il successivo inserimento nei prontuari terapeutici regionali (PTR).

Le associazioni di pazienti e le istituzioni devono collaborare per far conoscere ai malati di cancro che cosa sono gli studi clinici di nuove terapie e quali opportunità di cura offrono loro, è fondamentale che i malati diventino protagonisti delle sperimentazioni. E' l'obiettivo annunciato da Elisabetta Iannelli, segretario generale della Federazione delle Associazioni di Volontariato Oncologico (FAVO), che ha partecipato ieri a Roma al II Convegno nazionale sulla ricerca indipendente “La qualità degli studi non-profit, per la ricerca e per i pazienti” promosso dalla Società Scientifica di medicina interna Fadoi, e organizzato presso il ministero della Salute nella sede romana di via Ribotta.

COMUNICATO CONGIUNTO AISTOM - FINCO - AIMAR - FAIP - FAVO

Lunedì 30 gennaio 2012 il Sub-Commissario alla Salute della Regione Lazio designato dal Ministero della Salute, il Prof. Giuseppe Spata ha ricevuto in audizione i rappresentati delle Associazioni pazienti e Federazioni.

New York – 20 settembre 2011 – Conclusa con l’adozione della mozione finale la Riunione di Alto Livello alle Nazioni Unite dedicata alla lotta contro le malattie non trasmissibili (NCDs). Il meeting si è svolto nell’ambito dei lavori della 66esima Assemblea Generale delle Nazioni Unite e hanno partecipato 192 Stati Membri.

New York, 19 settembre 2011. Entra nel vivo la Riunione di Alto Livello all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per la lotta alle malattie non trasmissibili (NCDs): cancro, diabete, malattie cardiovascolari e quelle respiratorie croniche. Al meeting sono stati invitati tutti i Capi di Stato e di Governo. L’Italia sarà rappresentata da una delegazione del Governo italiano e da F.A.V.O., unica organizzazione non governativa europea presente all’evento.