Il Prof. De Lorenzo partecipa al Primo Convegno Internazionale organizzata dal BESZT - National Association of Organisations and Sponsors Supporting Ill and Challenged Children.

Il convegno si terrà a Budapest, ed il Prof. De Lorenzo interverrà nelle giornate di domenica 15 e lunedì 16 gennaio.

E' stato presentato a Roma, venerdì 22 gennaio 2010, dal ministro della Salute Ferruccio Fazio, il nuovo Piano Oncologico Nazionale (PON) per il triennio 2010-2012.

Trovare risposte adeguate all'intreccio di bisogni a cui è soggetto un malato oncologico, può rappresentare una difficoltà a lungo termine. La selezione di strutture ospedaliere o organizzazioni di settore per i migliori servizi su diagnosi, cure, riabilitazioni e sostegno psicologico può essere infatti, un complesso lavoro di scandaglio, non di rado legato anche al passaparola, che spesso conduce in mille peregrinazioni non senza amare delusioni.

Sono circa 2 milioni gli italiani a cui è stato diagnosticato un tumore. Un numero che con gli anni è cresciuto in maniera considerevole, passando da 820.000 casi prevalenti nel 1970 a 1.270.000 nel 2000, fino ad arrivare nel 2008 a 1.840.923 casi, dei quali 806.103 uomini (il 43,8%) e 1.034.820 donne (56,2%). La Lombardia, con 354.585 casi, è la regione con il numero più alto di malati, seguita dal Lazio con 182.167, dal Piemonte con 164.959 e dal Veneto con 161.688 casi.

CASERTA - Per tre giorni,, la sala conferenze dell'hospice «Nicola Falde» (via Murata, Santa Maria Capua Vetere) ha ospitato gli stati generali delle cure palliative e delle terapie del dolore in Campania. L'iniziativa è stata promossa da European cancer patient coalition, Associazione House Hospital onlus, da associazione Antea. Eapc (European association of palliative care), Sicp (Società italiana cure palliative), Favo (Federazione associazioni volontariato in oncologia), Lilt (Lega italiana lotta ai tumori), associazione Umana onlus, Centro Nazionale delle Ricerche, Unità di genetica dei tumori.