Notizie

Il Comitato Esecutivo di FAVO saluta con grande affetto Caterina Tanzella, storica presidente dell’Associazione Volontà di Vivere e grande amica di FAVO.

Caterina è stata un importante riferimento per il volontariato oncologico, grazie alla sua generosità e al suo impegno sempre costante è riuscita a trasformare la sua esperienza di malattia in un prezioso aiuto per i pazienti oncologici e per le loro famiglie.

Il nostro pensiero va alla famiglia di Caterina ed all’Associazione Volontà di Vivere, nella consapevolezza che  saprà portare avanti i suoi preziosi insegnamenti.

Il 16 aprile a partire dalle ore 11:00 FAVO e MotoreSanità organizzano il Webinar  “CANCRO E COVID: L’EMERGENZA NELL’EMERGENZA - L’oncologia nell’era intra e post pandemica”. Un'iniziativa nata con lo scopo di puntare i riflettori sulle Risoluzioni Carnevali e Binetti approvate in Camera e Senato, che impegnano il Governo a  ripristinare in ambito oncologico i livelli di assistenza precedenti al diffondersi dell'epidemia e a provvedere  al necessario ammodernamento del Servizio Sanitario Nazionale.

A partire dall’11 Aprile 2021, sarà attivo presso FAVO un nuovo servizio di Segretariato Sociale: un orientamento gratuito, rivolto ai malati oncologici e loro familiari, verso i servizi e le prestazioni erogati dalle associazioni di volontariato su tutto il territorio nazionale.

Sono online le graduatorie provvisorie dei progetti di servizio civile gestiti da FAVO - Bando ordinario 2020.Le graduatorie diventano definitive solo dopo l’approvazione del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Con profondo dolore comunichiamo la scomparsa del nostro carissimo Amico, Sergio Paderni, già Direttore Generale della Programmazione Sanitaria del Ministero della Sanità e Fondatore e Direttore dell'Osservatorio sulla condizione assistenziale dei malati oncologici. Grazie alla sua intuizione e alla sua attenta guida, l'Osservatorio oggi "contribuisce a trovare soluzioni" per il miglioramento dellla vita dei malati oncologici, non limitandosi a "descrivere situazioni" e a pubblicare dati. Come sosteneva lui stesso: "idealmente, tutti possono sentirsi parte attiva e costituente dell'Osservatorio". Nei 15 anni di assidua e stimolante frequentazione alla vita di FAVO, Sergio ci ha lasciato un patrimonio inestimabile di idee, consigli e documenti a cui il Direttivo di FAVO ha sempre attinto ed intende attingere per le future progettualità.